Antonello Perillo lascia la TgR Campania: «Ce l’ho messa tutta»

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Ieri sera Antonello Perillo ha diretto la sua ultima edizione della TgR Campania. Dopo essere stato per nove anni caporedattore responsabile del telegiornale Rai dedicato alla nostra regione, il giornalista napoletano lascia l’incarico per ricoprirne quello di vice direttore nazionale della Tgr Rai.

Al suo posto già da oggi c’è Oreste Lo Pomo, che fino a ieri ha diretto il telegiornale regionale Rai della Basilicata. Nato a Potenza nel 1959, Lo Pomo vanta una lunga carriera professionale in diverse testate lucane ed è nella tv di Stato dal 1987.

Il saluto di Antonello Perillo a collaboratori e pubblico

Dunque, dopo quasi un decennio, Antonello Perillo lascia la redazione del telegiornale Rai della Campania, dove era entrato nel 1992. E per diversi anni ne è stato anche il conduttore in studio fino ad assumerne la direzione nel 2013. Così, ieri ha voluto congedarsi con pubblico e collaboratori, postando una foto sul suo profilo Facebook.

«Dopo 3310 giorni e quasi 10mila (diecimila!) telegiornali e altrettanti radiogiornali firmati come Caporedattore Responsabile, lascio la guida della Tgr Campania, in attesa che inizi per me una nuova sfida professionale che spero si riveli altrettanto esaltante – si legge nel post che accompagna l’immagine. – Ce l’ho messa tutta, grazie alla fiducia accordatami dalla mia grande Azienda, lavorando col massimo impegno e con infinita passione e provando a raccontare a 360 gradi una terra che ha mille problemi ma che, al tempo stesso, può farsi vanto di 550 comuni ricchi di storia, tradizioni, eccellenze e potenzialità spesso inespresse».

Poi prosegue, rivolgendosi a chi l’ha affiancato in questi nove anni: «Ringrazio di cuore uno ad uno i miei straordinari compagni di lavoro, ai quali sarò sempre grato e legatissimo». E poi il pubblico: «E i tantissimi telespettatori che in questi nove anni ci hanno accompagnato nel nostro cammino, apprezzando lo sforzo per un prodotto editoriale il più possibile completo e super partes; nel puro spirito del Servizio Pubblico, consentendoci di conseguire a più riprese, per il tg delle 14 e per Buongiorno Regione, gli share più alti di tutti gli anni Duemila e di far registrare anche il successo di Mezzogiorno Italia, la rubrica nazionale che ho avuto l’onore di ideare e di lanciare da Napoli su RaiTre per dare spazio alle energie positive dei nostri territori».

Aggiornamento

Il 6 aprile Antonello Perillo ha annunciato il suo nuovo incarico con un post su Facebook: «Inizia per me una nuova avventura professionale: sono stato nominato Vice Direttore nazionale della Tgr Rai – scrive –. Ringrazio infinitamente il Direttore Casarin e la mia grande Azienda per la fiducia accordatami. Merito innanzitutto delle colleghe e dei colleghi di quella che sarà sempre la mia splendida redazione; la Tgr Campania, che ho avuto l’onore e la fortuna di guidare per nove lunghi, intensi e fantastici anni».

Una carriera costellata di successi

Nato a Napoli nel 1961, Antonello Perillo è laureato in giurisprudenza ed è giornalista professionista dal 1988. Appassionato di letteratura e di calcio, è autore di diversi saggi e nel 2008 ha fondato, insieme al figlio Luca, il blog Azzurrissimo.it; un sito web dedicato al Napoli Calcio, di cui è tifosissimo.

Vincitore di svariati premi giornalistici e letterari, Perillo ha ideato e condotto rubriche ed inchieste, tra cui sei edizioni di Neapolis; un programma in onda su Rai 3 con cui è stato il primo conduttore televisivo italiano a trasmettere in diretta nazionale da uno studio virtuale.

Insomma Antonello Perillo è davvero un’eccellenza del giornalismo napoletano e italiano. E ilFattoNapoletano.it gli augura buona fortuna per la sua prossima avventura professionale.

Gennaro Morra

Nato e cresciuto a Napoli, dove vivo attualmente, ho studiato informatica e sociologia. Ho tante passioni, ma quella che coltivo di più è la scrittura in tutte le sue forme. Sono giornalista pubblicista e ho all’attivo un romanzo, una raccolta di poesie, alcuni testi per canzoni, diversi premi vinti in concorsi di poesia e narrativa, collaborazioni con Repubblica Napoli e il Mattino.

Commenta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: