“Memorie di Regina”, a Santa Chiara rivive Maria Cristina di Savoia

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Sabato 14 e domenica 15 maggio, alle 20.30, il Monastero di Santa Chiara e il suo Chiostro Maiolicato saranno il suggestivo scenario per Memorie di Regina: Maria Cristina nello specchio del tempo. Lo spettacolo, dedicato alla Beata Maria Cristina di Savoia, è ideato e scritto da Fulvia Serpico, a cura della Biblioteca Francescana San Ludovico da Casoria e Progetto Sonora ed è promosso dalla Provincia del SS cuore di Gesù dell’Ordine dei Frati Minori di Napoli.

Si tratta di un percorso inedito tra recitazione, musica per orchestra e danza, preceduto da visite guidate; un progetto ideato per sostenere la creatività e i giovani talenti della musica, del teatro e dell’arte.

La reginella santa

Molto amata dai napoletani, per i quali era la reginella santa, la Regina Maria Cristina era una donna di grande carisma e bontà d’animo. Giunse a Napoli per sposare Ferdinando II di Borbone, al quale andò in moglie per ragioni di Stato nel 1832.

Ma il matrimonio durò poco, perché la sovrana morì quattro anni dopo, dando alla luce Francesco II, l’ultimo re di Napoli. Ed è ancora sepolta nel Pantheon dei Borboni all’interno della Basilica di Santa Chiara. Inoltre, nel complesso monumentale francescano sono custoditi anche i documenti della sua beatificazione, avvenuta nel 2014.

Oggi Maria Cristina sarebbe un’attivista

Trailer ufficiale dello spettacolo Memorie di Regina: Maria Cristina nello specchio del tempo

Memorie di Regina ripercorre la vita di Maria Cristina, immaginando di poterla avere oggi come donna di governo; attiva nella difesa delle donne deboli e diseredate dalla società; con le sue considerazioni sull’attenzione all’educazione dei bambini; sull’economia solidale; sulla lotta allo spreco.

Così alla ricerca storica delle fonti si unisce l’approfondimento su temi di grande attualità, ponendo un accento marcato sul ruolo della donna nelle politiche sociali.

Crediti e informazioni su Memorie di Regina

Lo spettacolo sarà preceduto, alle ore 18.00, da visite guidate della durata di un’ora, in collaborazione con l’Associazione Betimeutl. Il percorso attraversa ambienti solitamente non aperti al pubblico ed è il seguente:

– passeggiata nel Chiostro Maiolicato;
– visita all’antico refettorio delle clarisse;
– passaggio al Museo dell’Opera di Santa Chiara per arrivare al Complesso termale di epoca romana.

Per l’occasione, poi, sarà eseguita la musica da un raro spartito, trovato recentemente nella storica Biblioteca del Conservatorio di San Pietro a Majella di Napoli. Si tratta di un elogio funebre musicale anonimo, scritto ed eseguito nel 1836 per la morte di Maria Cristina di Savoia.

Inoltre, saranno suonati brani di Gabriel Faurè e Richard Wagner, tutti eseguiti dalla Sonora Chamber Orchestra, ensemble composto da giovani musicisti del San Pietro a Majella, diretti dal M° Giuseppe Galiano; produzione musicale a cura di Progetto Sonora, con la direzione artistica del M° Eugenio Ottieri.

Crediti

I testi e la mise en espace sono di Fulvia Serpico, mentre Francesca Morgante interpreta la Reginella. Le danzatrici sono Lucia Viglietti e Alessia Russo; i costumi e le scenografie sono realizzate da Flavia Gemma Fusco con il supporto di Lavinio Sceral, mentre l’aiuto costumista è Gennaro Orientale Caputo.

La voce narrante è di Luana Martucci, il progetto grafico è di Rosa Barone e le musiche sono eseguite dalla Sonora Chamber Orchestra.

Informazioni

Per info e prenotazioni: betimeutl@gmail.com – cellulare/whatsapp 370 3564165 oppure 327 3967141 

Contributo per la partecipazione: 12 euro solo spettacolo – 15 euro spettacolo più visita guidata. Bambini gratis fino a 10 anni.

Redazione ilFattoNapoletano.it

IlFattoNapoletano.it è un blog informativo su ciò che succede a Napoli e d’intorni e nasce con l'intento di fornire ai lettori focus e spunti di riflessioni su determinati aspetti inerenti la vita della città.

Commenta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: