Pizzeria Dal Presidente, frasi omofobe nelle storie Instagram del titolare

È bufera su Massimiliano Di Caprio, titolare della rinomata Pizzeria Dal Presidente di via Tribunali a Napoli. In una storia di Instagram dell’imprenditore, infatti, è apparsa una sua foto corredata da frasi omofobe, scritte tra l’altro in un italiano sgrammaticato.

«Ascoltatemi bene – si legge –. A me non me ne fotte di consensi e di avere più clienti e di candidarmi in politica per avere voti ho fare soldi. Io sono un uomo e non voglio offendere la legge di gesucristo che a creato uomo e donna e devo essere falso viscido e lecchino dei gay e delle lesbiche. Io amo e dico grazie a Dio che mi a creato uomo e uomo voglio morire. A me questo cambiamento degrado che voi umani state accettando non lo condivido. Quindi per me siete dei pervertiti e volete far sentire gli altri sbagliati e torturare i bambini che vi guardano in tv e per strada, destabilizzandoli. Ma andatevi a chiudere che siete ridicoli per non dirvi altro».

La reazione dell’Arcigay Napoli alle frasi del titolare della pizzeria Dal Presidente

Sono queste, dunque, le frasi omofobe (riportate fedelmente, aggiungendo giusto qualche punto per migliorarne la leggibilità) che hanno fatto insorgere la comunità Lgbtq+ napoletana. In particolare, le esternazioni sono state commentate da Antonello Sannino, vicepresidente dell’associazione Antinoo Arcigay Napoli.

«Siamo inorriditi da tanto squallore – ha scritto Sannino sul suo profilo Facebook –. Il titolare (sembrerebbe) della Pizzeria dal Presidente di Napoli, sul suo profilo Instagram, scriverebbe, in un italiano a dir poco discutibile, cose inaccettabili del tipo: Dio ha creato l’uomo e la donna, gli omosessuali dovrebbero nascondersi perché sono dei pervertiti infelici pronti a deviare i bambini».

Parole che, se confermate, sarebbero di una gravità inaudita, considerato che il locale è un luogo simbolo della città. «Non è accettabile tutto ciò – continua il vicepresidente –. In attesa di chiarimenti, faremo subito tutte le verifiche del caso, financo quelle legali».

E conclude: «Attendiamo immediatamente dei chiarimenti dal soggetto in questione e dalla pizzeria. Pronti ad azioni legali e al boicottaggio se confermate queste gravissime affermazioni. Basta, è vergognoso!».

Per ora Massimiliano Di Caprio si difende, rispondendo ai tanti utenti di Instagram che lo stanno inondando di messaggi e commenti pubblici. E a chi lo accusa di omofobia l’imprenditore spiega di avere amici e dipendenti gay, dimostrando di non odiare gli omosessuali. Quell’uscita, stando a quanto riportato in alcuni commenti social, sarebbe la reazione a insulti ricevuti dallo stesso Di Caprio. Una giustificazione che non attenua la gravità delle sue affermazioni per le quali potrebbe avere serie conseguenze nei prossimi giorni.

Gennaro Morra

Nato e cresciuto a Napoli, dove vivo attualmente, ho studiato informatica e sociologia. Ho tante passioni, ma quella che coltivo di più è la scrittura in tutte le sue forme. Sono giornalista pubblicista e ho all’attivo un romanzo, una raccolta di poesie, alcuni testi per canzoni, diversi premi vinti in concorsi di poesia e narrativa, collaborazioni con Repubblica Napoli e il Mattino.

Commenta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: