“Uno Chef per Amico”, torna il galà tra gusto, beneficenza e inclusione

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Torna Uno Chef per Amico, il galà che per una sera unisce gusto, beneficenza e inclusione. E l’appuntamento è per lunedì 16 maggio, a partire dalle ore 20.00, presso il Casale Irfid di Ottaviano; un evento organizzato da #micolorodiblu, con il supporto dall’Isis De Medici di Ottaviano e con la speciale collaborazione degli chef pasticcieri Gennaro Langellotti, Tommaso Foglia e il maestro pizzaiolo Luca Doro. Inoltre, saranno presenti la food event manager Alfonsina Longobardi di Cenando sotto un cielo diverso e la wedding planner Mirella Greco.

La serata di gala Uno Chef per Amico sarà condotta da Nicola Tinto Prudente, padrone di casa della trasmissione Mica Pizza e Fichi in onda su La 7. E vedrà la partecipazione di artisti del calibro di Sal Da Vinci e Ciro Corcione, tra gli altri. Poi ci sarà la presenza di 20 chef provenienti da tutta la Campania, di cui due stellati: Luigi Salomone di Re Santi e Leoni e Domenico Iavarone di Jose Resaturant Torre Del Greco. Per l’occasione i maestri dei fornelli presenteranno i loro piatti coadiuvati dai ragazzi autistici con la passione per la cucina.

Uno Chef per Amico dà un’opportunità ai ragazzi autistici

Infatti, l’evento è organizzato proprio per dare alle persone con autismo un’opportunità per mostrare la capacità di cimentarsi con un lavoro in cui creatività, talento e precisione sono fondamentali.

«Per noi sensibilizzazione e inclusione sono sempre andati di pari passo – afferma Maria Gallucci, presidente dell’associazione #micolorodiblu –. E queste opportunità di crescita professionale vanno a nostro avviso nella giusta direzione. Per consentirci di avviare questo percorso, che permetterà a questi ragazzi speciali di intraprendere dei veri e propri progetti lavorativi, saldi e duraturi, abbiamo bisogno del sostegno di tutti: specie delle Istituzioni. La vera integrazione dei ragazzi con autismo, passa per il loro inserimento lavorativo, diversamente tutto è inutile se non viene loro garantito un diritto che dovrebbe valere per tutti».

Così, per consentire ai ragazzi autistici di esternare le tante potenzialità, spesso inespresse, e la predisposizione per i fornelli, a volte spiccata e in alcuni casi talentuosa, #micolorodiblu onlus ha scelto di servirsi proprio della cucina come viatico­­.

Più in generale, l’associazione da diversi anni opera a favore delle famiglie di ragazzi con disturbo dello spettro autistico, promuovendo iniziative per consapevolizzare sulla tematica autismo. E i proventi di questi eventi, come nel caso di Uno Chef per Amico, saranno utilizzati dall’associazione #micolorodiblu onlus per creare opportunità di inserimento lavorativo adatte ai ragazzi; progetti in cui sono coinvolte realtà come la Fattoria o altre strutture ricettive selezionate sul nostro territorio.

I 20 chef e pastrychef presenti all’evento

Gli chef e pastrychef presenti, oltre ad una rappresentanza dell’Isis de Medici sono: Vincenzo Toppi – Amor Mio; Gianna Micco – Cuor di gusto; Valentino Buonincontri – Bertie’s Bistrot; Luciano Bifulco – Braceria Bifulco; Nando Bifulco – Bifulco Esclusive; Agostino Coppola – NOI; Gennaro Langellotti – RUAH; Francesco Ambrosio – Masseria Orlando; Nunzio Spagnuolo – Rada; Vincenzo Di Nocera e Dario Balestrieri – ‘O sbarazzino; Ferdinando Veritiero – La Canonica; Paolo Ioveno – Ristorante Pupetto; Luca Doro – Doro Gourmet; Ciro Maiorano, Lino Flaminio ed Antonio Improta – Do Maggiore; Davide Botti – Gelati e Nicola Obliato – Mille Dolcezze.

Redazione ilFattoNapoletano.it

IlFattoNapoletano.it è un blog informativo su ciò che succede a Napoli e d’intorni e nasce con l'intento di fornire ai lettori focus e spunti di riflessioni su determinati aspetti inerenti la vita della città.

Commenta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: